Timballo di riso selvatico con asparagi

di Chiara

Questa ricette, dal fortissimo impatto cromatico, unisce due ingredienti lontanissimi tra loro come origine.
L'antico riso selvatico nero, che cresce spontaneamente nei grandi laghi del canada, con gli asparagi, coltivati in tutto il mediterraneo fin dai tempi dei greci.

Il risultato é un piatto non solo cromaticamente insolito e molto attraente, ma anche un piatto dal gusto deciso e importante.



Ingredienti (per 4 persone) :



Procedimento:

Mettete a scaldare in una pentola a fuoco alto 750 ml di acqua, quando bolle versate il riso nero e cuocete fino ad assorbimento dell'acqua (50 minuti circa)

Dopo aver messo a bollire 3 litri d'acqua, salate e lessate gli asparagi.

Raccogliete il riso ormai cotto in un recipiente, scolate gli asparagi ancora croccanti, tagliate la parte bianco del gambo.

Mettete una parte di asparagi nel bicchiere del mixer, aggiungete la panna di soja, e frullate gli ingredienti, aggiungete quindi due prese di sale e frullate nuovamente.

Fate scaldare due cucchiai d'olio in un tegame, versatevi il riso nero, e fatelo saltare per qualche minuto, aggiungete due prese di sale.

Unite adesso la crema di asparagi e amalgamatela al riso. 

Prendete degli stampi monoporzione e riempiteli di riso, col dorso del cucchiaio pressate il riso, rivoltatelo su un piatto di portata, nappate il timballo con un po' di crema e guarnite con gli asparagi tenuti da parte.



Video:





CONDIVIDI:       


Tabella Riassuntiva
 
Tempo di Preparazione 1h 0min
Difficoltà
Categoria Primi
Provenienza Germania
Priva di Frumento si
Adatta a celiaci si
 

Informazioni Nutrizionali

Numero porzioni totali: 4
Quantità Espresse Per Porzione
Calorie 356  
% valori giornalieri*
Grassi Totali 15 g 23 %
Sodio 497 mg 17 %
Potassio 158 mg 4 %
Carboidrati 51 g 17 %
Fibra alimentare 3 g 11 %
Proteine 8 g 14 %
Vitamina A 13 %
Vitamina C 23 %
Calcio 5 %
Ferro 11 %
* La percentuale di valore giornaliero è calcolata su una dieta di 2,000 calorie, quindi i tuoi valori possono variare in base al tuo fabbisogno calorico. I valori possono non essere accurati al 100% perché le ricette non sono state controllate da professionisti della nutrizione o da enti certificatori, tutti i nostri valori sono basati sulle tabelle ufficiali dell'INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) e della Food and Drug Administration.