Cavoli di bruxelles


I cavolini di Bruxelles (Brassica oleracea) appartengono alla famiglia dei cavoli. Nonostante il nome, sembra siano originari dell'Italia e introdotti in Belgio dai legionari romani.
Sono coltivati in Europa, specialmente in Inghilterra, Francia e Olanda, e crescono in zone dove il clima si presenta fresco e umido in estate e mite in inverno. La stagionalità è l'inverno.

Questo cavolo in miniatura, della dimensione di una noce, ha foglie avvolgenti di forma quasi rotonda che formano dei cavolini arrotondati di colore verde chiaro, uniformi e serrati. Possono essere preparati in modi molto facili e semplici: lessati e conditi come un'insalata qualsiasi, gratinati o anche in umido.
Per renderli più digeribili, vanno sempre scottati in acqua bollente salata 5-10 minuti a pentola scoperta prima della cottura vera e propria e scolati subito altrimenti diventano amarognoli.

Sotto il profilo nutrizionale, il cavolo di Bruxelles contiene buone percentuali di sali minerali (fosforo e ferro), carboidrati e proteine. E' consigliato il consumo alle donne perché, agendo in modo positivo nei confronti del metabolismo degli ormoni, aiuta a prevenire i tumori al seno. Hanno anche proprietà antiulcera, antianemica, disintossicante (un tempo si usava somministrare l'acqua di cottura delle foglie per smaltire una forte ubriacatura). 

Pare che la combinazione di tiamina (vitamina B1) e acido folico aiuti ad aumentare la concentrazione. (fonte Alimentipedia)

Elenco ricette contenenti Cavoli di bruxelles


 

 

 

 

 

 

Tabella Riassuntiva
 
Categoria verdure
Provenienza
Stagionalità
 
Informazioni Nutrizionali
 
Valori espressi per 100g di prodotto
Calorie 37.00  
% valori giornalieri*
Grassi Totali 0.50 g 1 %
Sodio 6.00 mg 0 %
Potassio 450.00 mg 11 %
Carboidrati 4.20 g 1 %
Fibra alimentare 5.00 g 20 %
Proteine 4.20 g 8 %
Vitamina A 44 %
Vitamina C 135 %
Calcio 6 %
Ferro 6 %
* La percentuale di valore giornaliero è calcolata su una dieta di 2,000 calorie, quindi i tuoi valori possono variare in base al tuo fabbisogno calorico. I valori possono non essere accurati al 100% perché le ricette non sono state controllate da professionisti della nutrizione o da enti certificatori, tutti i nostri valori sono basati sulle tabelle ufficiali dell'INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione.